Giorgio Gandolfi confermato nella Giuria del Bancarella sport

Giorgio Costa, presidente del Panathlon Italia, ha confermato il socio Giorgio Gandolfi nella commissione del  Bancarella Sport che tornerà in vita a Pontremoli in occasione dell’assegnazione del Premio Selezione ad uno dei sei libri selezionati. E di cui parleremo presto . Non è ancora nota come si svolgerà la serata considerate le limitazioni al pubblico.

Una cosa è certa: il Bancarella sport continuerà con la sua programmazione che oramai risale al 1964 quando Cesare Bonacossa vinse il primo premio col libro Lo sport nasce in Asia. Fra i primi ci furono poi Luigi Gianoli, Ida Castiglioni e Giampaolo Ormezzano nonchè Giovanni Brera, grandi firme del giornalismo. Nel 2020 fu Piero Triellini a vincere con la storia di quanto avvenne prima e dopo la sfida fra Italia e Brasile, uno dei quarti di finale più memorabili mai giocati dalla nazionale nazionale di calcio . Al secondo posto ci fu il libro sul tennis di Panatta-Azzolini, ” Il tennis l’ha inventato il diavolo” al terzo il parmigiano  Luca Farinotti con  con Rachele Bruni ” Volevo solo nuotare” , quindi Alessandro Alciato e e Andrea Maietti con “Gioannbrerafucarlo”, scritto a più mani dagli appartenenti al comitato Soriano. Senza dimenticare l’assegnazione del Premio Raschi al parmense Beppe Conti, nativo di Cereseto di Compiano, emerso come giornalista sportivo a  Torino nelle file di Tuttosport  ed esperto di ciclismo ed ora collaboratore di Rai Sport. . Il tutto con la coordinazione del segretario Ignazio Landi e la fattiva collaborazione del Panathlon Italia.

Un’immagine dell’edizione 2020 del Bancarella a Pontremoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *